Scopri l'origine del prodotto Scopri l'origine del prodotto

La tracciabilità e la certificazione d'origine del prodotto sono al centro del progetto "Sigillo Informatico" che permette ad ogni consumatore di ricevere informazioni precise e validate riguardo ai prodotti che acquista.

Esistono 2 modi per ricevere informazioni sul prodotto etichettato con il Sigillo Informatico dal proprio Personal Computer:

  • Attraverso l'inserimento manuale dei 2 codici numerici;
  • Tramite la lettura diretta del codice datamatrix (riportato al centro del sigillo) utilizzando la webcam del pc, attivata dal clik sopra la relativa icona.
    (per usare la webcam è richiesto il plugin flash)

Con Lo SmartPhone o il Tablet è sufficiente utilizzare le più comuni Apps di cattura di codici bidimensionali (ad esempio i-nigma), scaricabili gratuitamente sul proprio apparato.

Nel caso di smartphone di ultima generazione è possibile catturare le informazioni provenienti, via RFI, dal dispositivo ospite della etichetta “Sigillo Informatico”. Sarà l’applicazione a collegarsi al sito www.sigilloinfo.it e fornire tutte le informazioni associate al prodotto.

Inserisci i 2 codici
C1
C2
Mostra i dati del prodotto
Cattura il datamatrix utilizzando la webcam

Miele AIADIF Miele AIADIF

È iniziata proprio attorno ad un tavolo, nel “lontano” marzo 2007 , l’avventura dell’AIADIF: un nome un programma! Associazione Italiana Apicoltori Dubbiosi ed Incerti sul da Farsi. Forti di una amicizia collaudata, di due esperti agronomi e di altre sei persone armate di buona volontà abbiamo trasformato un desiderio in qualcosa di concreto: cinque arnie che producono buon miele per gli stretti consumi famigliari o per farne dono ad amici. Le arnie sorgono al centro del terreno delle Pedicate, a duecento metri dai confini meridionali delParco dei Monti Lucretili. Nel 2008 son state effettuate due smielature (maggio e agosto), i trattamenti anti-varroa sono stati eseguiti sempre e soltanto dopo l’ultima smielatura.

L’ambizioso obiettivo è riuscire a fare una raccolta di miele da Styrax Officinalis (un alberello dai fiori bianchi e profumati che cresce in un areale molto ristretto: tra le macchie di leccio alle falde dei monti Lucretili).

Il miele è raccolto sempre e soltanto da melari opercolati, a garanzia di un miele naturalmente disidratato. Il miele, una volta recuperato dalla centrifuga, è lasciato nel maturatore per almeno venti giorni, per poi essere direttamente confezionato in contenitori di vetro e lasciato in luogho freschi e ventilati (cantina).