Scopri l'origine del prodotto Scopri l'origine del prodotto

La tracciabilità e la certificazione d'origine del prodotto sono al centro del progetto "Sigillo Informatico" che permette ad ogni consumatore di ricevere informazioni precise e validate riguardo ai prodotti che acquista.

Esistono 2 modi per ricevere informazioni sul prodotto etichettato con il Sigillo Informatico dal proprio Personal Computer:

  • Attraverso l'inserimento manuale dei 2 codici numerici;
  • Tramite la lettura diretta del codice datamatrix (riportato al centro del sigillo) utilizzando la webcam del pc, attivata dal clik sopra la relativa icona.
    (per usare la webcam è richiesto il plugin flash)

Con Lo SmartPhone o il Tablet è sufficiente utilizzare le più comuni Apps di cattura di codici bidimensionali (ad esempio i-nigma), scaricabili gratuitamente sul proprio apparato.

Nel caso di smartphone di ultima generazione è possibile catturare le informazioni provenienti, via RFI, dal dispositivo ospite della etichetta “Sigillo Informatico”. Sarà l’applicazione a collegarsi al sito www.sigilloinfo.it e fornire tutte le informazioni associate al prodotto.

Inserisci i 2 codici
C1
C2
Mostra i dati del prodotto
Cattura il datamatrix utilizzando la webcam

Nocciole della Langa Astigiana Nocciole della Langa Astigiana

 

La denominazione «Nocciola del Piemonte» o «Nocciola Piemonte» designa il frutto della varietà di nocciolo «Tonda Gentile Trilobata» coltivato nel territorio idoneo della Regione Piemonte.
 
Le condizioni ambientali di coltura dei noccioleti destinati alla produzione di questo tipo di Nocciola devono essere quelli tradizionali della zona e comunque atte a conferire al prodotto che ne deriva le specifiche caratteristiche di qualità.
 
I sesti di impianto e le forme di allevamento devono essere quelli in uso generalizzato e riconducibili alla coltivazione a cespuglio e/o «monocaule», con una densità variabile tra le 200 e le 500 piante ad ettaro.
 
La produzione unitaria massima consentita di «Nocciola del Piemonte» o «Nocciola Piemonte» è fissata in 3.500 kg/ha di coltura specializzata.
 
La «Nocciola del Piemonte» o «Nocciola Piemonte» deve rispondere alle seguenti caratteristiche merceologiche:
forma della nucula: sub-sferoidale o parzialmente sub-sferoidale trilobata; dimensioni non molto uniformi, con calibri prevalenti da 17 a 21 mm; guscio di medio spessore, di color nocciola mediamente intenso, di scarsa lucentezza, con tomentosità diffuse all'apice e striature numerose, ma poco evidenti; il seme di forma variabile (sub-sferoidale, tetraedrica e, talvolta, ovoidale); colore più scuro del guscio; per lo più ricoperto da fibre, con superficie corrugata e solcature più o meno evidenti; dimensioni più disformi rispetto alla nocciola in guscio; perisperma di medio spessore, ma di eccellente distaccabilità alla tostatura; tessitura compatta e croccante; sapori ed aromi finissimi e persistenti; resa alla sgusciatura variabile, ma comunque compresa tra il 40% ed il 50%.
Nocciola intera in guscio: frutto come è stato raccolto in campo e che ha subito solo lavorazioni atte alla sua pulitura con eliminazione dei corpi estranei mediante cernita e opportunamente essiccato per garantirne una prolungata conservazione.
Nocciola sgusciata: frutto intero che mediante trattamenti di natura fisica è stat o privato del guscio ma che conserva ancora il perisperma ricoperto da fibre e si presenta con di colore più scuro del guscio.
 
La Nocciola Piemonte I.G.P., è particolarmente apprezzata dall'industria dolciaria per i suoi parametri qualitativi quali:
 
 
-forma sferoidale del seme
-gusto ed aroma eccellenti dopo tostatura
-elevata pelabilità
-buona conservabilità
 
Per questi motivi la Nocciola Piemonte è universalmente conosciuta come la migliore al mondo.