Areali della regione Lazio Areali della regione Lazio

Regione Lazio Regione Lazio

Un viaggio alla scoperta gastronomica di una regione che ha imparato a valorizzare i suoi talenti culinari nel rispetto della tradizione e dell'innovazione
Il Lazio è terra ricca di storia e paesaggi , percorsa dalle antiche vie che ora sono il filo conduttore per ricostruire le tradizioni e ritrovare le tipicità di un territorio unico.
Terra di Imperatori e Papi, pellegrini e viandanti, artisti e letterati, che attratti dalla sacralità di Roma hanno camminato nel corso dei secoli lungo le sue vie, prima romane ed imperiali poi legate al percorso dei devoti diretti alla città del Papa.
Viaggiare nel Lazio, perdersi nei suoi mille borghi antichi e nei suoi paesaggi che raccontano la storia dell'uomo, significa ripercorrere i sentieri della storia, dove tutt'ora si può respirare l'atmosfera di una terra abituata al passaggio degli uomini più potenti del mondo al pari dei più umili e misericordiosi . . . e per questo pronta ad accogliere sempre chi vuole giungere in questi luoghi.
Sono poche le regioni italiane che possono vantare una conformazione geologica così variegata: un nord caratterizzato da laghi di origine vulcanica come il viterbese circondati da magnifici castagneti; ad  est dominano le montagne del reatino; la fertile pianura dell'agro pontino si estende a sud; mentre lungo il mare la fascia costiera dove ancora le pinete sono parte integrante del paesaggio; non dimenticando ecosistemi come i "castelli romani".
Un'insieme di peculiarità in grado di offrire ai "viaggiatori" una grande varietà di prodotti agricoli e enogastronomici di qualità: più di 400 prodotti agroalimentari tipici, DOP, IGP e di vini DOC, DOCG e IGT.
Sono spesso i turisti stranieri ad indicarci i percorsi "fuori porta" per apprezzare e conoscere questa regione. Che si vada per legumi e castagne della Tuscia o che si cerchino i migliori oli extravergine tra la Sabina, Canino e le colline Pontine o la mozzarella e il pesce tra le spiagge e i monti a sud di Latina, il Lazio riserva sempre più di una sorpresa.
Ad oggi il Sigillo Informatico ha identificato nei territori "storici" della Tuscia e della Sabina i luoghi di produzione di prodotti tipici che possono essere certificati nell'origine:

la Tuscia oltre l'olio extravergine di oliva ha altre produzioni tipiche di eccellenza come la "nocciola gentile" ed il vino Grechetto dei colli etruschi viterbesi, l'Aleatico di Gradoli ed il famoso "est est est" di Montefiascone;

la Sabina che oltre l'eccellente olio extravergine di oliva può vantare un miele raccolto attorno alle falde dei Monti Lucretili (Parco Regionale) da un gruppo di mielicoltori che vogliono salvaguardare la nostra "Apes Mellifera Ligustica", così come la pesca "reginella" di Moricone (riconosciuto frutto autoctotono dall'ARSIAL), la Ciliegia Ravenna Antica.